IMPRESA FUNEBRE MINERO - LOGO
IMPRESA FUNEBRE
DAL 1984 a LESSONA
DAL 1986 a COSSATO
(On line dal 16 agosto 2017).
CHIAMACI: 015/922108 (COSSATO) - 015/981615 (LESSONA)

Come fare per...

Informazioni generali per i vari servizi offerti a Cossato, Lessona e paesi limitrofi

L’impresa funebre Minero, con sede a Cossato e sede secondaria a Lessona, in provincia di Biella, è sempre a disposizione della clientela per quanto riguarda l'erogazione di qualsiasi genere di servizio legato al trattamento della salma e alla tipologia di sepoltura scelta per il proprio Defunto. Inoltre, lo staff competente dell'agenzia sarà al vostro fianco anche durante le principali fasi burocratiche inerenti l'organizzazione e la gestione del funerale. Di seguito, alcune delucidazioni attinenti ai vari tipi di funerali.
vetrine dell'agenzia funebre e porta d'entrata
Sede principale di Cossato in via Marconi 13 (fronte caserma dei Carabinieri) dal 1997

Inumazione

Per inumazione si intende la sepoltura del Defunto in terra (campo comune). La concessione non ha una scadenza fissa visto che il Regolamento di Polizia mortuaria dice che la Salma deve rimanere sepolta per un minimo di 10 anni. Alla scadenza del decimo anno il Comune può decidere autonomamente quando effettuare l’esumazione in base alla propria necessità di posti nel campo comune stesso. Mentre alcuni anni fa tale pratica era generalmente gratuita, con il tempo lo Stato ha dato facoltà ai Comuni di applicare delle tariffe per lo scavo della fossa. Ormai anche l’inumazione è diventata un servizio a pagamento con tariffe molto diverse per ogni Comune. Il tipo di cofano funebre che si usa in questi casi sarà senza zinco interno.
Tale tipo di sepoltura è la meno utilizzata in assoluto ormai da molto tempo.

Tumulazione

Tale pratica viene usata o nelle tombe di famiglia private o nei loculi comunali. Per quanto riguarda le tombe famigliari la spesa consiste nella sola muratura del feretro. Invece, per quanto attiene ai loculi comunali, si deve prima procedere con l’acquisto dello stesso. I loculi hanno delle scadenze che variano da Comune a Comune, generalmente da un minimo di 30 anni fino ad un massimo di 40. Alla scadenza dello stesso il Defunto verrà estumulato e la famiglia potrà decidere se riporre i resti nell'ossario comune o in una celletta comunale da acquistare in Comune. Qualora la Salma non sia ancora completamente mineralizzata si potrà procedere alla cremazione della stessa previa richiesta dei familiari aventi titolo. Ogni Comune decide se fare la muratura del loculo con proprio personale con spesa compresa nel costo dello stesso o se non fornire tale servizio. In questo caso saremo noi a fornire il servizio di muratura tramite apposito muratore. Il cofano funebre che si usa in questi casi sarà con zinco interno.
Questo tipo di funerale è attualmente il più utilizzato ma è da molti anni che è in lento ma inesorabile calo tutto a vantaggio delle cremazioni.

Cremazione

La cremazione è la pratica più complessa. Per procedere alla stessa è necessario che i parenti più prossimi del Defunto diano corso alla cremazione dello stesso tramite una dichiarazione da firmare davanti all’Ufficiale di stato civile ove espongono le volontà della persona deceduta. In caso di presenza di più parenti di pari grado, è necessario che ci sia la firma della maggioranza degli stessi. Tutto questo sarà da fare dopo il decesso della persona stessa. In alternativa il Defunto può esprimere in vita le proprie volontà in assoluta autonomia iscrivendosi ad una Società per la cremazione (nel nostro caso, quella di Torino) che darà corso a quanto dichiarato dalla persona interessata. La destinazione delle ceneri derivanti dalla cremazione del cadavere deve essere decisa all’atto del decesso dagli aventi titolo: possono essere tumulate in celletta cineraria nei vari cimiteri o nel Tempio crematorio di Biella, affidate ad un familiare per la conservazione in abitazione, disperse in natura solo in alcuni Comuni che lo consentono, disperse o conservate nei cinerari comuni all’interno dei vari cimiteri, disperse in natura o conservate all’interno del cinerario comune presso il Tempio crematorio di Biella. Per la cremazione si può fare lo stesso tipo di funzione religiosa come nei due casi precedenti. Il tipo di cofano funebre che si usa in questi casi sarà senza zinco interno.
Questo fenomeno è in forte espansione. Nell'anno 2017, le richieste di cremazione dei Defunti da parte dei familiari degli stessi (in base alle dichiarazioni verbali espresse in vita dagli interessati) è stata pari al 42% della totalità dei servizi funebri gestiti dalla nostra impresa. Tale percentuale è molto elevata e ogni anno aumenta; fino ai primi anni 2000 era impensabile una cifra del genere, segno del cambiamento dei tempi e della consapevolezza di una scelta molto ecologica e pulita.
Per eventuali conoscenze ancora più specifiche sull'argomento potete visitare i siti internet di:


Estumulazione

Le estumulazioni sono inerenti alle Salme che sono sepolte in loculi comunali o in tombe di famiglia. Per le tombe private, tali estumulazioni sono denominate “straordinarie” in quanto vengono sempre richieste dai proprietari della tomba stessa quando hanno necessità di liberare dei posti per delle nuove tumulazioni. Per i loculi comunali, si possono definire “ordinarie” quelle fatte alla scadenza della concessione e vengono ordinate ed eseguite dal Comune. Quando il Comune stesso comunicherà agli aventi titolo la scadenza del contratto del loculo si potrà altresì manifestare ai responsabili quale destinazione si vuole per il Defunto estumulato: acquisto di successiva celletta ossario per ritumulare il Defunto, deposizione dei resti mortali nell'ossario comune oppure, in caso di non completa mineralizzazione della Salma, cremazione dei resti mortali con destinazione finale delle ceneri da decidere al momento dell'espletamento delle pratiche. Le estumulazioni "straordinarie" sono richieste dai familiari aventi titolo in caso si debba procedere con una tumulazione in un altro luogo (per esempio in seguito alla costruzione di una nuova tomba di famiglia o per il trasferimento del Defunto in un altro Cimitero) o con la cremazione della Salma contenuta.
Il regolamento di polizia mortuaria vigente (D.P.R. n° 285 del 10 settembre 1990) fa una precisa distinzione tra Salma e resti mortali. Per un Defunto sepolto da meno di 20 anni vale la definizione "Salma" mentre per lo stesso Defunto sepolto da più di 20 anni la denominazione giusta sarà "Resti mortali". Tale precisazione è sostanziale in caso venga ordinata un'estumulazione con apertura del cofano funebre: il caso più lampante è la richiesta di cremazione del Defunto che prima dei 20 anni dal decesso dovrà essere fatta con cremazione oltre che della cassa anche dello zinco interno con un aumento consistente delle spese di cremazione a carico della famiglia.
Le cassette per resti mortali sono fornite su richiesta dei parenti del Defunto dall'Impresa scelta dagli stessi.

Esumazione

Le esumazioni sono inerenti alle Salme che sono sepolte in campo comune. Si possono definire “ordinarie” quelle fatte dopo che sono trascorsi almeno 10 anni dal decesso e sono ordinate dal Comune. Quelle “straordinarie” vengono richieste dai familiari aventi titolo solo quando si vuole procedere con una nuova sistemazione del Defunto (per esempio in seguito alla costruzione di una nuova tomba di famiglia o per il trasferimento del Defunto in un altro Cimitero).
Anche in questo caso (come sopra specificato per le estmulazioni) si potrà decidere la sistemazione futura dei resti mortali cfomunicando le proprie decisioni ai responsabili del Comune.
Anche in questo caso, le cassette per resti mortali sono fornite su richiesta dei parenti del Defunto dall'Impresa scelta dagli stessi.

Cremazione salme indecomposte

Alla scadenza delle concessioni dei loculi comunali non sempre le Salme sono totalmente decomposte. In questi casi è necessaria l’inumazione in terra per un periodo che va da un minimo di due ad un massimo di cinque anni per poi procedere all’esumazione dei resti mortali. In alternativa, previa richiesta degli aventi titolo (in caso di più persone dalla maggioranza degli stessi), si potrà procedere con la cremazione dei resti mortali dopo l’estumulazione o l'esumazione. Il trasporto al Tempio crematorio viene effettuato con apposito cofano funebre in cartone omologato per questi casi quindi molto più economico di un cofano classico in legno.

Pratiche inerenti al decesso

Sarà nostra cura seguire tutte le pratiche comunali da espletare per il decesso della persona. La denuncia di morte verrà fatta da noi previa autorizzazione di un familiare avente titolo e verranno poi espletate tutte le pratiche in base al tipo di sepoltura richiesta. I certificati di morte necessari in queste circostanze vengono rilasciati dal Comune nel giro di qualche giorno mentre, in caso la persona deceduta sia pensionata, la relativa segnalazione all’Inps viene fatta dal Comune e dal Medico legale.

Acquisto del loculo e della celletta cineraria

Per l’acquisto del loculo o della celletta cineraria è necessario recarsi in Comune ove verranno mostrati i loculi e le cellette disponibili. La durata varia in base ai regolamenti comunali come anche il prezzo. Inoltre, i vari regolamenti comunali per la gestione dei cimiteri, dettano delle regole ben precise sulla tumulazione o inumazione di Defunti per i quali vengano richieste tali pratiche fuori dal Comune di residenza, magari per tornare al Comune di nascita o al Comune ove si ha avuto residenza in passato. Per tali incombenze è necessario contattare il Comune che risponderà in base a quanto riportato nel proprio regolamento cimiteriale. Per quanto riguarda le sole cellette cinerarie, tale servizio viene anche svolto privatamente dai gestori del Tempio crematorio di Biella con durata del contratto pari a 99 anni.
torna su icona 5

Data la complessità degli argomenti trattati, non esitate a contattarci per qualsiasi dubbio!

Share by: